Indicare nell’etichetta delle confezioni di pasta l’origine della semola o del grano è un tema complesso e meritevole di alcune considerazioni. Vediamo, quindi, di fare il punto, partendo dall’esame delle normative italiane ed europee.

La Commissione Ue, a maggio 2015, sulla base di quanto previsto dal Reg. 1169/2011, ha presentato al Parlamento europeo una relazione in merito alla possibilità di estendere l’indicazione obbligatoria di origine delle materie prima ad alcuni alimenti, tra cui quelli composti da un unico ingrediente come la pasta.

continua…

Sfoglia la rivista Abbonati alla rivista