Home Economia Dalla City all’e-commerce di pasta all’italiana

Dalla City all’e-commerce di pasta all’italiana

1 min read
Commenti disabilitati su Dalla City all’e-commerce di pasta all’italiana
0
25

Nel 2016 un ex manager della City ha dato vita a un business con sede a Londra che, dopo soli 4 anni, fattura più di 10 milioni di sterline. Oggi la società ha Barilla come azionista di maggioranza e cresce ancora grazie al boom del delivery. Protagonista della storia è Alessandro Savelli, tuttora azionista e Ceo di Pasta Evangelists. “Il mio progetto era vendere pasta fresca e sughi all’italiana a Londra. Non esisteva un marchio premium, quindi potevo lanciarlo online. In quel periodo molte aziende stavano investendo nel direct to consumer, la vendita al consumatore finale attraverso l’e-commerce. Volevo creare un marchio di alta qualità, che offrisse un prodotto freschissimo. Nell’estate 2017, dopo un anno di prove, in una settimana le vendite sono aumentate del 50%, passando da 100 a 151 porzioni di pasta a settimana”. A quei tempi la pasta da asporto a Londra quasi non esisteva, era un mercato vergine. Savelli è stato il primo e l’unico nel Regno Unito.

Load More Related Articles
Load More By Pasta&Pastai
Load More In Economia
Comments are closed.

Check Also

Il Tar conferma l’obbligo di indicare la provenienza della pasta

Resta l’obbligo di indicare la provenienza della pasta attraverso l’etichetta di origine. …