Home Trend Sostenibilità Farine di insetti e prodotti derivati: come vincere la diffidenza

Farine di insetti e prodotti derivati: come vincere la diffidenza

3 min read
Commenti disabilitati su Farine di insetti e prodotti derivati: come vincere la diffidenza
0
256
insetti farina

Lorenzo Pezzato, cofounder di Fucibo, illustra il “nuovo” mondo delle farine di insetti e dei prodotti derivati

L’uso degli insetti negli alimenti suscita grande interesse da parte del pubblico e dei media. Ma cosa si intende per “insetti”? Quali sono quelli “ammessi” e qual è la normativa di riferimento? Non si deve pensare all’assunzione di insetti così come avviene in molti paesi asiatici, ma occorre riflettere su come questi possano diventare materia prima per l’elaborazione di farine, a loro volta ingredienti base per prodotti alimentari.

Perché gli alimenti a base di insetti possono rappresentare un’opportunità per il mercato agroalimentare?

Gli insetti commestibili sono una grande opportunità per il comparto agroalimentare, sono infatti ricchi di proteine complete, vitamine e degli altri macroelementi essenziali. Dal punto di vista dell’allevamento, poi, si inseriscono perfettamente nel concetto di economia circolare e di vertical farming, con delle performance di assoluto valore per quello che riguarda la riduzione dell’impatto ambientale.
La popolazione mondiale in continua crescita ha necessità di avere accesso a fonti alternative di proteine, e gli insetti commestibili sono in cima alla lista, come da anni dice anche la Fao.

In che modo vengono allevati gli insetti da cui poi viene ricavata la farina?

Gli insetti vengono allevati in grandi contenitori all’interno dei quali viene ricreato un habitat studiato per accoglierli al meglio imitando le condizioni che troverebbero in natura. Ovviamente gli ambienti devono essere attentamente controllati in termini di temperatura, umidità, igiene e salubrità.

Dal punto di vista normativo, qual è il quadro europeo in merito agli insetti come derrata alimentare?

La normativa di riferimento è il Regolamento Ue 2015/2283 sui Novel Foods.
Recentemente il parere scientifico di Efsa e la votazione degli Stati membri hanno dato il via libera alla produzione, trasformazione e consumo della tarma della farina (Tenebrio molitor). Altre autorizzazioni saranno pronte nel corso dei prossimi mesi, anche per altri tipi di insetti tra cui il grillo.

Abbonati per leggere l’intervista integrale

Sfoglia la rivistaAbbonati alla rivista
Load More Related Articles
Load More By Pasta&Pastai
Load More In Sostenibilità
Comments are closed.

Check Also

Sgambaro nella GDO del Nord Italia con la sua pasta “del benessere”

È iniziato da qualche settimana il tour di in-store promotion di Sgambaro, il pastificio v…