Home Produzione Diritto alimentare Il metodo australiano dei valori e delle tabelle nutrizionali degli alimenti

Il metodo australiano dei valori e delle tabelle nutrizionali degli alimenti

2 min read
Commenti disabilitati su Il metodo australiano dei valori e delle tabelle nutrizionali degli alimenti
1
170

In Australia l’etichettatura nutrizionale degli alimenti è regolamentata dall’“Australia New Zealand Food Standards Code”, Stan dard 1.2.8. La normativa australiana prevede l’obbligo di riportare in etichetta, oltre al valore energetico, la quantità dei seguenti nutrienti: proteine, grassi totali, grassi saturi, carboidrati (sottogruppo zuccheri) e sodio. Una differenza sostanziale rispetto ai regolamenti esaminati finora consta nel fatto che i carboidrati rappresentano sempre i “carboidrati per differenza”, ovvero sottraendo a 100 la quantità di macronutrienti (grassi, proteine, fibra),
umidità, ceneri e, qualora quantificati oppure aggiunti all’alimento, qualsiasi “carboidrato non disponibile” (eritritolo, glicerolo, isomalto, acidi organici, polidestrosio ecc.) (si veda “Table 2 to subclause 2(2)” dello Standard 1.2.8).

Pertanto, se un “carboidrato non disponibile” è stato sottratto alla quantità di “carboidrati per differenza” occorre dichiarare in etichetta il valore globale dei “carboidrati non disponibili”, mentre la dichiarazione della fibra è obbligatoria soltanto quando è riportato un claim riguardante le fibre, gli zuccheri oppure i carboidrati. In altri termini, la fibra alimentare nel primo contesto non è considerata un “carboidrato non disponibile” ai fini della dichiarazione nutrizionale. Oltre ai nutrienti indicati possono essere riportati altri elementi presenti nell’alimento, tuttavia devono essere dichiarati all’interno della tabella nutrizionale e vedremo più avanti nel presente articolo l’ordine di presentazione. Il valore energetico e la quantità di nutrienti devono essere riferiti sia alla porzione (“quantity per serving”) sia all’unità di alimento, ossia a 100 g (o 100 ml) di alimento in relazione alle sue caratteristiche. 

 

Abbonati alla rivista per leggere l’articolo integrale

Sfoglia la rivistaAbbonati alla rivista
Load More Related Articles
Load More By Luigi De Lisio
Load More In Diritto alimentare
Comments are closed.

Check Also

Valori e tabelle nutrizionali degli alimenti: il metodo statunitense

Negli stati Uniti l’etichettatura nutrizionale degli alimenti è regolamentata dal “Code of…